Invitiamo gli utenti che hanno disabilità visiva a leggere la sezione informativa sull'accessibilità del presente sito per usufruire al meglio dei servizi messi a disposizione dal comune di Caselle Torinese - 
Salta ai contenuti della pagina Salta al menù delle sezioni
Home » EMERGENZA COVID, PROSEGUE LA ZONA ROSSA IN PIEMONTE FINO AL 12 APRILE - CHIUSI I CENTRI COMMERCIALI A PASQUA E PASQUETTA E VIETATE LE SECONDE CASE A CHI NON È RESIDENTE
Ultimo aggiornamento il

EMERGENZA COVID, PROSEGUE LA ZONA ROSSA IN PIEMONTE FINO AL 12 APRILE - CHIUSI I CENTRI COMMERCIALI A PASQUA E PASQUETTA E VIETATE LE SECONDE CASE A CHI NON È RESIDENTE

Lo prevede l'ordinanza del Presidente Cirio n. 45 del 1* aprile 2021

Il Piemonte proseguirà in zona rossa fino a lunedì 12 aprìle. 

Il presidente della Regione Alberto Cirio ha emanato una nuova ordinanza che prevede:

 
chiusura dalle ore 13 del giorno di Pasqua e per l’intera giornata di Pasquetta delle grandi strutture di vendita con superficie superiore a 1500 metri quadri nei comuni fino a 10.000 abitanti e 2.500 metri quadri nelle città con più di 10.000 abitanti; chiuse anche le medie strutture di vendita tra 151 e 1500 metri quadri nei centri fino a 10.000 abitanti e con superficie tra 251 e 2500 metri quadri in quelli con oltre 10.000 abitanti;

 
divieto dalla mezzanotte tra l’1 e il 2 aprile e fino a lunedì 5 aprile compreso di raggiungere le seconde case per chi non è residente in Piemonte. 

 
Sono confermate le ordinanze numero 35 numero 36 regionale su alcune misure:

 
chiusura dei mercati, ad eccezione della vendita di generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici;

 
mantenimento dell’ingresso di un solo componente per nucleo familiare nei negozi di piccola e grande distribuzione, fatta eccezione per la necessità di recare con sé minori, disabili o anziani;

 
divieto di accesso alle aree attrezzate per gioco e sport (scivoli, altalene, campi di basket, zone skate) in aree pubbliche e all’interno di parchi, ville e giardini pubblici (fatta salva la facoltà dei sindaci di assumere differenti regolamentazioni nel rispetto delle misure di prevenzione).